Fondazione melanoma FAVO AIOM SIGO - Società italiana ginecologia e ostetricia sportwithoutbordersitaly pa-association insiemecontroilcancro fondazioneaiom SIMG - Società italiana medicina generale Società Italiana Medicina di Montagna Italian Barometer Diabetes Observatory (IBDO) ASSOCIAZIONE UROLOGI ITALIANI (AURO) WALCE Siuro
Le allergie

 

Le allergie sono una risposta ipersensibile del sistema immunitario nei confronti di agenti estranei (allergeni), che possono consistere in sostanze molto diverse fra loro: pollini, polvere, acari, peli di animali, muffe, ecc.  Il primo tipo si caratterizza per la  stagionalità (determinata dal ciclo delle piante) e causa riniti o, nei casi più gravi, attacchi d’asma. Queste reazioni causano un’infiammazione delle mucose di naso e bocca e scatenano congiuntiviti. I sintomi tipici consistono in:

- congestione nasale;

- prurito e lacrimazione degli occhi;

- tosse persistente;

- mucose infiammate.

Casi più gravi includono anche lo shock anafilattico. Le allergie influiscono pesantemente sullo stato di salute della persona perché possono condizionare la capacità lavorativa, di apprendimento e la vita quotidiana.

DIAGNOSI

Riuscire ad identificare quale sostanza causi l’allergia è fondamentale. Esistono diverse tipologie di test e un’attenta analisi degli stili di vita, insieme ad un’osservazione delle probabili esposizioni a cui la persona è esposta, aiutano a limitare la ricerca. Il test classico consiste nell’iniezione sottocutanea, dopo un piccolo graffio o tramite cerottini, di diversi tipi di allergeni, che consentono di verificare visivamente la risposta infiammatoria. Una verifica più accurata può essere condotta individuando le immunoglobuline (IgE) presenti nel sangue.

TRATTAMENTO

Per cercare di evitare l’allergia il primo passo da compiere è limitare, il più possibile, il contatto con la sostanza allergenica. Questo non comporta problemi particolari se si tratta di allergie ad animali, ma è più difficile in caso di polvere e/o pollini. I sintomi possono essere mitigati tramite assunzione di farmaci da banco, decongestionanti, corticosteroidi nasali e antistaminici. In caso di allergie gravi, i cui sintomi perdurano per tempi lunghi, è possibile effettuare un’immunoterapia con iniezioni di allergene diluito, prima in piccole dosi e poi con concentrazioni sempre maggiori, in modo che l’organismo si abitui gradualmente alla sua presenza e riduca poi la risposta immunitaria.




In questa pagina parleremo di:



Le allergie
Lasma
La bronco pneumopatia cronica ostruttiva